EMILIO PONS

TENOR

La carriera del tenore Emilio Pons lo ha portato in Europa, Medio Oriente, Asia e America Latina.

 

Dal suo debutto professionale nel 2006 presso il Teatro Mariinskij di San Pietroburgo (Russia), il tenore Emilio Pons è apparso in teatri di fama internazionale come il Gran Teatro di Ginevra (Svizzera), il Teatro Reale di Copenaghen (Danimarca), l'Opera delle Fiandre di Gand e Anversa (Belgio), il Festival dell'Opera di Sankt Margarethen e la Wiener Kammeroper (Austria), la Deutsche Oper am Rhein a Düsseldorf, l'Opera del Margrave a Bayreuth, il teatro di Friburgo, il teatro di Heidelberg, il Teatro di Coburgo, e il teatro Prinzregenten a Monaco di Baviera (Germania); l'Opéra de Metz, in Francia; Siam Opera, Bangkok, Tailandia; il Teatro Nazionale dell'Opera, Palacio de Bellas Artes a Città del Messico e il Teatro Comunale di Santiago del Cile e in Brasile presso il Teatro Comunale di Rio de Janeiro.

 

Il suo repertorio include ruoli tipici di tenore lirico leggero, come Tamino (Mozart-Die Zauberflöte), Ferrando (Mozart-Così fan Tutte), Don Ottavio (Mozart-Don Giovanni), Il Conte d’Almaviva (Rossini-Il Barbiere di Siviglia), Nemorino (Donizetti-L’elisir d’amore), Narraboth (Strauss-Salome), Le Chevalier de la Force (Poulenc-Dialogues des Carmélites), Trouffaldino (Prokofiev-L’amour des trois oranges) e Lensky (Yevgenij Onegin); ruoli di primo piano in opere meno eseguite come il ruolo protagonista di Spartaco (di Porsile), Mad Woman (Britten-Curlew River), Hypollit (Henze-Phaedra), Egeo e Sole (Cavalli-Il Giasone, disponibile in DVD), Richmond (Battistelli-Richard III), Serge/Adolphe (Martinů-Die drei Wünsche), Le Commissaire (Martinů-Juliette), Fernando (nella prima tedesca di Goyescas, di Granados); ruoli secondari come Pong (Puccini-Turandot), Arbace (Mozart-Idomeneo), Bob Boles (Britten-Peter Grimes), Arturo (Donizetti-Lucia di Lammermoor), Jaquino (Beethoven-Fidelio), Beppe/Arlecchino (Leoncavallo-Pagliacci), Laërtes (Thomas-Mignon) e Malcolm (Verdi- Macbeth)...

 

Ha cantato sotto la bacchetta di direttori acclamati come Mikhail Jurowsky, Daniele Callegari, Jiří Belohlavek, Ingo Metzmacher, Enoch zu Guttenberg, Frédéric Chaslin, Ingo Metzmaher, Zoltan Pesko, Niksa Bareza, Federico Maria Sardelli, Rodolfo Fischer e Cornelius Meister; ha lavorato con registi famosi come Robert Carsen, Christof Loy, Guy Joosten, Richard Jones, Pier Francesco Maestrini, Jean-Louis Benôit, Mariame Clément e Benedikt von Peter; inoltre ha condiviso il palco con grandi nomi della lirica mondiale come Diana Damrau, Jennifer Larmore, Sophie Koch, Francisco Araiza e Franco Vasallo.

 

Ha tenuto concerti e recitals liederistici in Belgio, Paesi Bassi, Svizzera, Spagna, Francia, Israele, Azerbaijan, Russia, Giappone e ha collaborato con complessi strumentali quali Jerusalem Camerata, la Be'er Sheva Sinfonietta e la London Philharmonic.

 

Emilio Pons ha conseguito un dottorato ed un master in musica presso l'Indiana University di Bloomington (USA) dove ha studiato con Carlos Montané ed Andreas Poulimenos. In Europa ha proseguito gli studi sotto la guida di Francisco Araiza e di Lyubov Stuchevskaya, ed attualmente, di Neumar de Kanel-Starling. Si è laureato anche come pianista presso il Conservatorio Nazionale del Messico e come avvocato presso l'Università Iberoamericana.

 

Il Dr. Pons è stato beneficiario di numerose borse di studio consegnategli da FONCA, INBA, SIVAM, Olympia Barbera e Culver Miller dell'Indiana University di Bloomington. Ha ottenuto riconoscimenti in concorsi di canto come Irma Cooper 2005, Opera Palm Beach 2005 (USA), Pavel Lisitsian 2006 (Russia) e il premio RBT-Munich del concorso Hans Gabor “Belvedere” 2007 a Vienna.

 

Il Dr. Pons è poliglotta: parla spagnolo, inglese, francese, italiano, tedesco e russo.

 

Emilio Pons ha la doppia cittadinanza messicana e tedesca.

netherlandshi
francehi
italyhi
UKflag
germanflag